Domande sulle serrature

Scritto da Davide Boschi on .

Come per esempio questa:

Buon pomeriggio sig. Davide Boschi, sono finito sul vs sito per caso e ho trovato molte cose interessanti in merito ai cilindri di sicurezza Medeco e Leonardo, Le descrivo la domanda:  ho acquistato una villetta e nel corso dei vari lavori ho deciso anche di sostituire la serratura della porta di ingresso principale con una F3D della Fichet, cosa ne pensa ?, premetto che ho lasciato acconto e non posso cambiare idea ! in ogni caso i cilindri Medeco e-o Leonardo mi interessano per sostituire, il prossimo anno, sia la serratura dell'ingresso secondario ce quelle delle inferriate scorrevoli, . . . tutte come quella del portoncino di ingresso del tipo a doppia mappa, è possibile acquistarli da voi ?, abito in provincia di Torino.  Grazie  Cordiali Saluti

Commenti

avatar Davide Boschi
0
 
 
Fichet F3D, parlando di sicurezza, è la migliore tecnologia esistente sui cilindri a pompa. L'ingegno di combinazione è a 6 dischi, con posizionamento tridimensionale. La decodifica, come l'apertura con destrezza per manipolazione di quell'arnese è una delle "gare" più dure in assoluto nel modo delle aperture senza chiave propria. Ha fatto un'ottima scelta.
Per i cilindri a profilo europeo (sagomato Yale), invece, il gradino più alto è occupato da Medeco.
Torino, per noi, è assolutamente fuori portata, le consiglio di consultare l'albo dei serraturrieri ERSI http://www.ersi.it/serratur.htm dove sono riportati oltre ai numeri di telefono degli iscritti anche le sigle della loro provincia.
NON ACQUISTI NIENTE ON LINE SE NON è ESPERTO DEL SETTORE. IL MARGINE DI ERRORE IN UN ORDINATIVO DEL GENERE è TROPPO ALTO. TROVI UN TECNICO CHE TRATTA MEDECO E AFFIDI A LUI IL SOPRALLUOGO DI RILEVAZIONE E L'OPERA DI INSTALLAZIONE PER INTERO.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar anonimo
0
 
 
Grazie 1000 sig Davide, consulterò l'albo per le indicazioni per la provincia di Torino,
. . . ancora una cosa, quando può rispondere: qual è la differenza tra cilindro a pompa e cilindro a profilo europeo, sagomato Yale, è dovuta alla disposizione e forma della chiave o anche a quella del cilindro ?
Cordiali Saluti e buon fine settimana.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Essenzialmente alla forma esterna (o profilo) del cilindro e in seconda battuta al sistema che lo stesso adotta per azionare la serratura. I cilindri sono comandi per serrature, non serrature (personalmente li annovero più fra gli ingegni di riferma che di chiusura vera e propria). Il profilo delle rispettive chiavi, invece, ovviamente diverso fra di esse, non gioca direttamente nessun ruolo nel caratterizzare la diversità delle due tipologie di cilindro. Direi piuttosto che è solo una conseguenza, quasi fosse "accidentale".
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar EMN
0
 
 
Salve ho un portone blindato della "Mottura" ma non mi sono trovato bene, avevo un tastierino esterno che si è fulminato dopo 1 anno, vorrei montare una vostra serratura biometrica al suo posto sarebbe possibile?
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Buon giorno. Innanzi tutto da dove ci scrive? (questo dato è fondamentale per poterle fornire eventualmente indicazioni precise).
Le serrature elettroniche, non di meno quelle biometriche, hanno degli standard di affidabilità molto bassi rispetto a quelle tradizionali meccaniche (nel caso delle biometriche si contano errori anche nell'ordine di 1 ogni 200 cicli). Ritengo che per le abitazioni private, oggi come oggi, siano troppo onerose da manutentare e tenere aggiornate. Un apparato elettronico, infatti, è già obsoleto nel giro di pochissimo tempo a far data dalla sua stessa nascita e, nel corso della sua vita, di solito necessita di svariati interventi - diciamo - di sistemazione. Lascerei piuttosto questi impianti fra le competenze degli ambienti per i quali sono stati progettati: specifiche zone aeroportuali; sale di contazione; grossi impianti o infrastrutture con necessità di controllo capillare degli accessi, anche remoto; sale di controllo in genere, eccetera. Si tratta di sostenere costi di assistenza pressoché continuativi e spesso con personale presente sul posto o reperibile h24 / 365 gg. Magari in futuro le cose cambieranno sicuramente, ma credo ci vorrà ancora un po' di pazienza.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
Volevo ringraziarvi per i preziosi consigli..da noi questi problemi sono all'ordine del giorno
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Immagino...
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Claudio
0
 
 
Salve Sig. Boschi,
ho intenzione di cambiare la serratura della mia porta e sarei indeciso fra un cilindro europeo o la F3D della Fichet.
Sarebbe cosi gentile da consigliarmi la piu sicura, resistente e meno attaccabile?
Grazie
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Il Fichet F3D è un cilindro similare a quelli a pompa, anche se molto diverso nell'ingegno ed è assolutamente di eccellenza. È un'ottima scelta, senz'altro paragonabile anche al Medeco M3, ma può essere montato soltanto sulla sua specifica serratura e non su quelle predisposte per cilindro sagomato "europeo". Quindi bisognerà vedere se sulla sua porta si possa installare tale serratura. Deve per tanto rivolgersi a un serraturiere esperto che faccia un sopralluogo e valuti la fattibilità della cosa. Io, ovviamente, preferisco una serratura per cilindri sagomati (profilo europeo) armata di sistema di bloccaggio anti-strappo, in quanto vado sempre ad implementarla con un comando Medeco M3 o Kaba Leonardo, che sono miei profili personalizzati e gestiti a circuito chiuso.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar francesca
0
 
 
Buongiorno gentile Sig. Boschi,
Scrivo da Roma.
Avrei bisogno di sostituire la serratura (ed eventualmente anche la porta blindata) del mio appartamento.
Mi hanno consigliato una porta con serratura Fichet e mi hanno inviato un preventivo che oscilla fra le 5.000 e le 6.000 euro: una vera esagerazione che, tra l'altro, non posso permettermi.
Ho letto sul Suo blog che consiglia anche i cilindri Medeco e Leonardo.
Desidererei sapere se può consigliarmi qualche rivenditore7istallatore su Roma.
La ringrazio.
Cordiali saluti.

Francesca
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Anche a me, detto così, sembra un prezzo abbastanza alto, ma va precisato che, non avendo nessun parametro di valutazione in merito al suo specifico portone (dimensioni; configurazione; eventuali archi o vetrate; rivestimenti; finiture ecc.), non posso esprimerle nessun parere. Per quanto ne so (cioè niente) potrebbe valerli tutti quei soldi... Non sarebbe certo né il primo né l'ultimo portone a costare cifre del genere o anche di più. L'unica cosa che posso consigliarle, visto che lei mi scrive da Roma, è di rivolgersi al mio collega di riferimento per la sua zona: Morichini Valerio, della ditta Morichini Sicurezza e di prendere in esame le sue considerazioni, che senz'altro farà, in occasione del sopralluogo.
Spero di poterle essere stato utile.
http://www.morichini.it/
A risentila.
Davide Boschi
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar giovanni
0
 
 
gentile Sig. Boschi,
le scrivo dalla calabria e precisamente da Soverato in prov. di Catanzaro,
nella mia abitazione ho installato, un po di anni fa, un portoncino blindato della "Fedeli"
con serratura a doppia mappa, vorrei sapere se fosse possibile installare una serratura a
cilindro Medeco o Leonardo oppure Fichet in aggiunta a quella esistente o se bisogna sostituirla.
Secondo lei in caso di aggiunta è possibile fare l'intervento in loco o è necessario smontare
il portoncino e portarlo in officina?
può indicarmi qualche suo collega in zona?
la ringrazio per la cortesia nel rispondere ai miei quesiti,
saluti
Giovanni
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
In ogni caso è un intervento laborioso, anche se non necessita della rimozione del battente. In Calabria, però, conosco soltanto un serraturiere: il Sig. Antonio Pirillo. Dovrebbe provare a rivolgersi a lui. Per me la Calabria è irraggiungibile.
Pirillo Antonio
Tel 0983/510491
viale michelangelo 45
Rossano Scalo CS
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Valeria
0
 
 
Egr. Sig. Boschi,
le chiederei qual'e' a suo parere la o le migliori serrature reperibili in commercio. Non mi riferisco al comando (cilindro, doppia mappa, ecc) ma proprio alla serratura, dal punto di vista della qualita' ed affidabilita' degli ingranaggi nel tempo (indurimento, bloccaggio, salto di mandate, ecc). Possibilmente anche dal lato della corazzature, ossia se ci sono serrature con scatole metalliche ben protette da scasso, trapanature, taglio ecc., per es. al manganese o altro.
Grazie
Distinti saluti
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Sarebbe interessante che ci spiegasse anche lo scopo della sua domanda, in quanto la "precisione" in essa sottesa implica la necessità di finalizzare la risposta. Deve sostituire la serratura di casa sua o ha un punto vendita di questi articoli e vuole qualche consiglio generico per i suoi acquisti da riproporre poi ai clienti? Essendo tantissime (decine di migliaia) le serrature in commercio ed essendo state prodotte in numerosi articoli differenti per ogni singolo produttore, va da se che bisogna almeno capire a quale genere di serratura ci si riferisce e dove questa debba essere collocata. In oltre: la qualità intesa come affidabilità e durata nel tempo è una cosa, mentre la robustezza nei confronti dello scasso brutale e con utensili è un altra. Non sono necessariamente correlate o appaiate in unico prodotto.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Valeria
0
 
 
Devo sostituire la serratura di casa.
Mentre un cilindro, se non ti soddisfa, puoi cambiarlo anche dopo senza grandi lavori, la serratura sarebbe meglio pensarla bene prima di fare i lavori. (serratura per porta blindata)
Sono d'accordo con lei che una cosa e' la robustezza e un'altra la qualita'/affidabilita'/durata.
Quindi le sarei grata se mi desse qualche sua preferenza da un lato e dall'altro, a prescindere dal resto.
Grazie ancora.
Saluti
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Orbene, se deve sostituire la serratura su una porta blindata esistente è fondamentale identificare prima di quale serratura la porta in questione è dotata al momento. Non è opportuno, infatti, tentare di montare una "qualsiasi" serratura solo in forza del fatto che questa, di per se stessa, risponderebbe alle caratteristiche che cerchiamo. Bisogna prima di tutto valutare quali articoli si possono montare su QUELLA porta,,, senza che si renda necessario "rifarla per metà" intorno alla nuova serratura, poiché non compatibile con essa. Secondariamente dovrà decidere se montare una doppia mappa, ovviamente di nuova generazione, o piuttosto una serratura a cilindro. In quest'ultimo caso (a cilindro) dovrà scegliere rispettivamente anche il defender e il cilindro di comando che azionerà la serratura. Capisco che lei stia cercando dei nomi, delle marche se non dei modelli o dei numeri, per avere riferimenti precisi… Ma è appunto per la precisione dei riferimenti in oggetto che, gli stessi, non possono essere "sparati" a caso, in una vastità di panorama che, per quanto tutti si affannino a voler semplificare, rimane ancora molto articolato e complesso. Tenga presente che non sono quasi mai "una marca o un modello" a dissipare la questione, ma la serietà e la competenza dell'operatore che effettuerà il rilievo a casa sua e proporrà le proprie soluzioni. Le sconsiglio, come faccio sempre in questi casi, di cercare una "risposta" da sola e attraverso le informazioni che può raccogliere in rete… Non è in grado di valutarne l'effettiva attendibilità. Il 90% (e sono già fin troppo prudenziale) delle notizie che circolano sull'argomento e dei sedicenti esperti che le elargiscono, sono discutibili se non, talora, fuorvianti. Consulti l'albo dei serraturieri iscritti alla ERSI e si metta in contatto con quello di riferimento per la sua zona. Questo è il miglior consiglio che posso darle.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Cristina
0
 
 
Buongiorno. Ho un amico artigiano, montatore di serramenti, che ha iniziato da qualche tempo a fare il suo stesso lavoro per arrotondare, con i tempi che corrono……. e mi ha consigliato di cambiare la serratura sulla porta di ingresso perché non è sicura. Dice che me la mette con il cilindro europeo a chiave cifrata per 250 euro. Secondo lei è un prezzo conveniente?
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Cosa intende il suo amico per "chiave cifrata"???
Daccordo è vero, molte delle vecchie serrature non si possono più considerare sicure, ma le conseguenze di questo sacrosanto assunto non sono tutte così semplici e scontate come potrebbe sembrare. Provo a spiegargliene una che, a mio modo di vedere, sta passando un tantino inosservata, se pure in crescita esponenziale e, altrettanto pericolosa, quanto l'eventuale vulnerabilità della sua vecchia serratura:
Specialmente in provincia di Parma, ma anche altrove, si sta allargando a macchia d'olio quello che ormai definisco essere il "morbo dello pseudo-serratur iere". Si tratta di una specie di patologia che affliggere un numero sempre più crescente di artigiani, inducendoli ad andare in giro a cambiare serrature alla gente. Parlo di artigiani che hanno lavorato, fino a ieri, tanto nel generico settore dei serramenti quanto in quello dei tinteggi, del restauro, dell'idraulica, come in qualsiasi altro. Tutte persone che non sono in grado di aprire nessuna serratura, ne vecchia, ne nuova; che non conoscono neanche superficialment e un solo ingegno di chiusura fra le decine di migliaia in commercio e che, comunque, pur non sapendo nemmeno a che titolo lo stanno facendo, "consigliano" alla gente di cambiare la propria serratura con una "più sicura"… E chi gliel'ha detto a questi qua che quella lì è più sicura? Il rappresentante della ditta che la produce? Il rivenditore che gliela vende o il magazziniere che va a prendergliela dallo scaffale? Che ne sa quanto loro se va bene?
In definitiva tolgono una serratura che non sanno aprire per montarne un'altra che non sanno aprire! Magari con la scusa che fanno spendere "meno" di quanto farebbe spendere un serraturiere vero e proprio. E ci credo, con quel che montano… È bene sapere che, almeno la metà di questi interventi atti ad "incrementare" la sicurezza della vostra porta, in realtà non serve assolutamente a niente e, l'altra metà, serve a pochissimo. Intendo proprio dire che la metà delle serrature montate da questi ignoranti (laddove il termine non vuole essere offensivo, ma semplicemente "descrittivo" in senso letterale) si aprono come, se non più agevolmente, di quelle che vi hanno smontato. Questa è la verità! A breve saranno i malviventi, molto più competenti di questi "bravi" ed economici artigiani dell'ultima ora, a dimostrarvelo… Nelle grandi città hanno già cominciato a farlo, proprio con le serrature a "cilindro europeo".
Se si vuole effettivamente incrementare la sicurezza di una serratura, sia con un semplice aggiornamento del sistema a doppia mappa che con una conversione verso il cosiddetto cilindro europeo, bisogna rivolgersi ad un serraturiere vero, un professionista; a colui che le apre per mestiere e ne conosce intimamente gli ingegni, i limiti, i punti deboli e quelli di forza. Perché solo chi le sa aprire veramente, e non per sentito dire, è in grado di operare sulle serrature in modo da ostacolare le temute manovre di manipolazione. Chi non le sa fare non può nemmeno provare a contrastarle. È logico.
Ad oggi, l'unico strumento in grado di aiutare l'utente nell'individuar e i serraturieri professionisti presenti sul territorio è l'albo degli iscritti all'associazion e nazionale di riferimento ERSI: Esperti Riferme Serrature Italia, reperibile in rete sul sito www.ersi.it
Nel prossimo futuro non so dirle cos'altro potrà esserci.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Antonella
0
 
 
Gentile
Sig. Boschi
Alla mia porta di casa ho un cilidro FICHET 787.Z .Installato dieci anni fa. Ho visto che la Fichet lo ha ancora in commercio.
Volevo sapere se è ancora valida come serratura visto che risulta un po datata. La porta su cui e montata è una porta blindata Fichet di ben 26 anni fa.
Grazie .
Antonella
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Come ho già avuto modo di dire anche in questo stesso blog, ribadisco che i cilindri Fichet, fra i quali anche il 787, sono e rimangono cilindri di sicurezza validissimi. Se proprio volesse stabilire una sorta di record "antimanipolazio ne", come qualcuno ha già scelto di fare prima di lei, allora potrebbe implementare il suo attuale 787 con un impianto di riferma (dipendente) azionato da un comando completamente diverso e addirittura più aggressivo, come ad esempio uno dei ns. cilindri Medeco M3 a circuito chiuso.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar giuseppe
0
 
 
Sign Boschi,

Sto per prendere un appartamento in affitto e vorrei tutelare la mia privacy dal proprietario di casa.

Questi i miei dubbi:

1) il cambio della chiave di una serratura della porta d'ingresso è sempre possibile senza spendere tanti soldi e anche per serrature moderne.

2) So che esistono serrature con un numero limitato di chiavi che non si possono duplicare.
In questo caso quante chiavi deve consegnarmi il proprietario?

Grazie
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Sono normalmente in commercio serrature già dotate in origine di tre chiavi, alcune di quattro o anche di cinque, e la loro duplicabilità non ha alcuna relazione con la quantità iniziale della dotazione. Alcune chiavi (poche in vero) sono a duplicazione protetta mentre la maggior parte non lo è. Il cambio chiavi di una serratura è sempre possibile da effettuare, per quanto a volte semplicissimo e altre molto meno. In caso di subentro, come quello da lei descritto, è necessario cambiare le chiavi sempre!!! A prescindere sia dal livello di protezione della loro duplicabilità che dalla quantità di chiavi che le è stata consegnata. Questo, almeno, se vuole garantirsi il possesso esclusivo delle chiavi di casa… Che mi sembra il minimo in termini di sicurezza. Il proprietario è tenuto soltanto a consegnarle tutte le chiavi in suo possesso, siano esse una sola come sette o otto. La cosa è del tutto ininfluente, almeno per lei, dato che per un minimo di garanzia dovrà appunto cambiarle, come le ho detto prima. Per la spesa, tutto dipende dal tipo di serratura che monta adesso e, eventualmente, da quello che vorrà montare ex novo.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Bernardo
0
 
 
Gent.le Sig. Boschi,

Leggendo e sentendo in giro, tutti mi hanno chiarito che oltre ad una porta blindata di buona fattura il vero punto debole da consolidare e proteggere rimane la serratura. Fra la serratura Fichet F3D e la Medeco M3 quale mi consiglia? Ee perchè?
Grazie
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Entrambe! Punto esclamativo.
Leggendo in giro, anch'io, ho trovato - scritte - tante di quelle scemenze in materia di sicurezza sulle serrature che non sarei nemmeno in grado di elencargliene una centesima parte. La invito, pertanto, a prendere in considerazione, con le necessarie cautele, tutto quanto le venga riferito come "chiarimento" su questa materia. Ivi compreso ciò che riferisce lo scrivente. Detto questo, pubblicamente, e nell'intento di dirimere almeno un po' le questioni sottese alla sua generica domanda, sarebbe bene sapere con maggior precisione da "chi" o da "che cosa" lei debba difendersi… Ma non credo sia il caso di chiarire la faccenda in questo contesto, così poco riservato.
Se si tratta solo dei classici e fantomatici ladri d'appartamento, direi che, come comandi di azionamento delle serrature, entrambe i congegni citati sono più che sufficienti. Per il resto (i ladri mica sono tutti manipolatori "coi fiocchi"…) direi piuttosto che sarebbe opportuno valutare la resistenza "complessiva" della sua porta agli attacchi brutali e di scasso in genere: quali lo sfondamento, la divaricazione a mezzo leva, la resistenza alla spinta statica, a quella dinamica, alla perforazione, al taglio, allo strappo dei comandi di chiusura eccetera. Una buona polizza assicurativa, già di per sé, potrebbe proteggerla in discreta misura dalle conseguenze di un attacco di quest'ultime risme.
Per gli attacchi portati a mezzo "manipolazione con destrezza", invece, la cosa è sensibilmente diversa, ma ragionevolmente dissipabile, proprio attraverso l'impiego di dispositivi di comando quali quelli che lei stesso ha preso in considerazione nella sua domanda. Spero di esserle stato utile.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Bernardo
0
 
 
Gent.mo Sig. Boschi,
La ringrazio della risposta.
A questo punto, leggendo il Suo blog mi sembra di aver capito che posso (far) installare un cilindro Medeco M3 su "qualsiasi" serratura di una porta blindata che posso scegliere secondo necessità e costi (ad esempio della OIKOS).
Altresi se volessi una serratura Fichet F3D non posso far altro che "sposare" necessariamente per intero la filosofia Fichet andando a installarne anche la porta col relativo sistema di chiusura.
E' corretto? Se così fosse l'aspetto economico rivestirebbe un aspetto non secondario.
Mi fa sapere?
Grazie
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Si, grosso modo le cose stanno così.
In ogni caso, va precisato che "l'aspetto economico" non è strettamente correlato a una marca o a un modello di per se, ma piuttosto alla qualità intrinseca della porta e a quella del suo impianto di chiusura. Fichet è costoso,,, ma lo è anche una Ferrari… Medeco - relativamente - anche, pur annoverando fra i suoi prodotti anche articoli dai costi più accessibili. Una cosa da non fare, senz'altro, è quella di "montare il motore di una Ferrari sulla scocca di una utilitaria"… Ma, come le ho già detto e le ripeto, tutto dipende da chi o da che "cosa" lei debba difendersi. Deve commissionare valutazioni e interventi a un esperto, sul posto. Le ricerche individuali su internet (mi creda), lasciano il tempo che trovano,,, quando va bene…
Se lei non è della mia zona non posso certo esserle maggiormente d'aiuto di quanto non sia stato finora.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar clod
0
 
 
Gent.mo dottor Boschi
volevo un'informazione, nel dicembre 2013 ho installato una porta blindata modello DIERRE SENTRY 1 con cilindro europeo NEW POWER, volevo sapere se questa porta blindata è dotata di una serratura con trappola antieffrazione (quelle che in caso di estrazione del cilindro fanno scendere la lastra) oppure no.

Invece per quanto riguarda il defender e il cilindro new power cosa ne pensa??sono sicuri....ovvio se conosce la porta.

La ringrazio in anticipo, saluti.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Esimio ing. Clod...
Per trovare miglior risposta alla sua domanda le consiglio di porla a un tecnico Dierre, in quanto conosce più da vicino i dispositivi della propria azienda in relazione alle date in cui gli stessi sono stati adottati sulle porte, anche e soprattutto a seconda dei modelli. Per quanto ne so io, la Dierre usa da tempo armare le proprie serrature predisposte per cilindro europeo con congegni di autoriferma antistrappo (forse è stata fra i primi produttori di serrature a farlo), ma i pochi elementi messi da lei a disposizione in questa domanda non mi consentono di dirle di più. Come tecnico da consultare propongo il nominativo del sig. Valerio Morichini che risponde al numero:
393 9927268
Per quanto riguarda la sicurezza del New Power, invece, devo dirle che la domanda è posta in modo troppo generico per essere presa in considerazione,,, sarebbe come chiedere a un meccanico di moto se "la Kawasaki va oppure no…" Diciamo che lo considero un buon prodotto nel rapporto qualità prezzo.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar clod
0
 
 
Caro sign.Boschi, la ringrazio per le informazioni, proprio stamattina ho ricevuto risposta dal sig, Morichini di Roma che è stato gentilissimo ed esaustivo nelle spiegazioni (d'altronde è il centro assistenza dierre più antico d'Italia e si vede), mi ha confermato che la suddetta porta monta una serratura con trappola antistrappo......anche se dierre non ne fa un vanto tra le caratteristiche pubblicizzate, mi ha ribadito come da lei detto che la suddetta azienda è stata tra le prime ad inserire nelle sue serrature a cilindro trappole antistrappo.

La ringrazio ancora, saluti.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
avatar Davide Boschi
0
 
 
Effettivamente ero al corrente del dato fornitole dal sig. Morichini, ma ho preferito che fosse lui, proprio in qualità di tecnico Dierre, a confermarglielo, per i motivi già esposti. Condivido, fra l'altro, la strategia adottata da Dierre, come produttrice di serrature, nel non reclamizzare troppo le caratteristiche dei congegni contenuti nei propri articoli… Più un dispositivo è conosciuto più diventa potenziale preda dei malintenzionati, costantemente alla ricerca di un metodo per poterlo violare.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento
Cancella
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento

Questo utilizza Cookie. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Informativa Cookie.