Cerca
  • Davide Boschi

Ladri e Porte Blindate

Negli ultimi anni, forse complice la crisi, si è evidenziato un notevole incremento dei reati più tipici della microcriminalità, fra i quali vediamo primeggiare le truffe, i raggiri e soprattutto i furti.

Il panorama dei furti in appartamento e nelle abitazioni, ad esempio, ha allargato i propri orizzonti anche nelle modalità con le quali vengono effettuati lo "scasso" o comunque l'effrazione della porta di casa, la quale dovrebbe chiudere e proteggere gli ambienti in questione. Oggi, infatti, oltre alle "intramontabili" manovre di sfondamento a mezzo leva (piede di porco), strappo del cilindro o altre forme di intrusione più tradizionali e conosciute, si sono aggiunte anche quelle di apertura della serratura per "manipolazione con destrezza". Si tratta di manovre che non lasciano traccia alcuna del proprio accadimento e che talvolta fanno addirittura ritrovare ai derubati la porta perfettamente chiusa, proprio come l'avevano lasciata, o verosimilmente soltanto bloccata, come per un banale guasto da usura. Niente tracce di scasso, nemmeno all'interno della serratura, qualora si volesse anche indagare con una accurata perizia della stessa. Questo subdolo genere di illecito sembrerebbe meno dannoso del più noto sfondamento della porta, in quanto preserverebbe quest'ultima da onerose riparazioni o dalla sua stessa sostituzione, se non fosse che, proprio per la mancanza di tracce univoche ed evidenti, non verrà riconosciuto come "furto" o "furto con scasso" da nessuna compagnia assicurativa… I primi problemi possono presentarsi già nel fare la denuncia alle forze dell'ordine, che non trovano i presupposti o i riscontri necessari per considerare l'accaduto come tale, malgrado sia realmente accaduto…

Una bella fregatura, insomma: doppia.  

È senz'altro vero, molte delle vecchie serrature non si possono più considerare sicure, almeno sotto l'aspetto dell'apertura impropria per manipolazione, ma bisogna precisare che le conseguenze di quanto fin qui esposto non sono tutte così semplici e scontate come "il momento di mercato" vorrebbe lasciar credere. Provo a spiegarvene alcune che, se pure in crescita esponenziale, stanno passando inosservate in modo preoccupante, ma sono altrettanto pericolose quanto l'eventuale o presunta vulnerabilità della vecchia serratura: come diretta conseguenza alla nuova abilità manifestata dai ladri, molti artigiani, operai, dopolavoristi o pensionati, tutti "regolarmente" sprovvisti delle necessarie conoscenze in materia di serrature, si sono improvvisati "esperti serraturieri" e hanno cominciato a cambiar serrature nelle case della gente. Anche e, diciamolo pure, per arrotondare un po'… Che non fa mai male, almeno non a loro… Di fatto, però, si tratta di persone che non sanno aprire nessuna serratura, né vecchia né nuova; semplicemente smontano una serratura che non sanno aprire, per montarne un'altra che non sanno aprire, asserendo che la seconda è più sicura della prima… Ma chi gliel'ha detto a questi signori che l'una è più sicura dell'altra??? Una sola cosa è davvero "sicura" in questo caso e cioè che loro non sono in grado di fare nessuna valutazione in proposito! Un altro paradosso che sta prendendo piede sull'onda delle vecchie serrature da cambiare è quello del "bisogna passare al Cilindro Europeo"… È bene informare l'utente che, il termine "Cilindro Europeo", non significa assolutamente nulla, almeno dal punto di vista della sicurezza; il lemma è soltanto la definizione corretta della forma esterna del classico cilindro sagomato, detto anche "a foro Yale". Null'altro! Chi lo nomina senza le dovute precisazioni del caso e alludendo a chiavi più sicure, altro non fa che evidenziare la propria incompetenza in materia di serrature. Diffidate almeno dal commissionargli il cambio della vostra. Così come altri termini quali: "Chiave Cifrata" o "Chiave con la carta cifrata", "chiave con tessera", che sono ormai entrati nell'uso comune di chi va "sportivamente" in giro a cambiar serrature, non hanno nessuna attinenza concreta alla sicurezza, né dell'apparato, né delle sue chiavi e talvolta nemmeno della loro presunta protezione da duplicazioni abusive.

Per cambiare la serratura, incrementando realmente il livello di sicurezza della porta nei confronti delle aperture con manipolazione, c'è una sola cosa da fare: interpellare un serraturiere vero e proprio, cioè quel professionista effettivamente capace di aprire le serrature e che lo fa per mestiere. Perché solo chi le sa aprire sul serio è in grado di intervenire sulle serrature in modo da ostacolare le temute manovre di manipolazione. Chi non le sa fare non può nemmeno provare a contrastarle, è logico…

Ad oggi, uno strumento in grado di aiutare l'utente nell'individuare i serraturieri professionisti presenti sul territorio è l'elenco dei serraturieri italiani. In futuro, non so dirvi cos'altro potrà esserci...

0 visualizzazioni

Copright 2020 Tutti i diritti risevati - Boschi Serrature di Davide Boschi - Via Ponte Ghiara 40 - 43036 Fidenza (PR)
P.I. 02755420342 - C.F. BSCDVD62T09B034

Privacy

informativa cookies