BUMPING. CILINDRI E KEY BUMPING. Lock bumping end bump keys

Scritto da Davide Boschi on .

Questo sito conta oltre 200.000 utenti e 600.000 visualizzazioni di pagina. I nostri articoli e i contenuti originali in materia di SERRATURE sono i più copiati e plagiati del web fra i siti di settore in lingua italiana. Invitiamo per tanto il lettore a prestare attenzione durante la ricerca in rete al fine di meglio individuare e poter discernere la fonte di informazione autentica e competente da quelle di mero plagio.

alt

Ha preso definitivamente il nome di bumping e si tratta di una manovra di manipolazione per l'apertura impropria di cilindri, praticata anche dalla criminalità, a danno - appunto - delle serrature a cilindro. Anche di quelle con cilindri a "profilo europeo".
A ben guardare non necessita di grande abilità, ma piuttosto di un minimo di conoscenza della struttura che compone i cilindri e del loro funzionamento. Infatti, basta predisporre una qualsiasi chiave, adattandola allo scopo in questione, per ottenere un autentico grimaldello in grado di aprire, almeno in linea teorica, qualsiasi cilindro con lo stesso profilo di quella chiave. Per ovvie ragioni, e nel rispetto delle leggi che dispongono in materia della non istigazione al crimine, non stiamo a descrivere nei dettagli quali sono le modifiche da apportare alla chiave in oggetto, ma posso dirvi che, almeno per i cilindri più semplici, sono riuscito a realizzarle anche con una semplice limetta da ferro, mentre per i cilindri un po' più avanzati è più funzionale l'uso di una normale macchina duplicatrice. Una volta fatte le modifiche basta qualche ora di empirico allenamento per riuscire ad aprire buona parte delle serrature a cilindro. La manovra si basa su un semplice principio della fisica che viene preso in causa quando la chiave modificata, adeguatamente "percossa", andrà a colpire i perni di cifratura nel rotore del cilindro. Questi, a loro volta, andranno a colpire i contro-perni di arresto alloggiati nello statore, i quali, per effetto del terzo principio della dinamica di newton, si allontaneranno per una frazione di secondo dalla posizione di chiusura, liberando il rotore.
Sì, avete capito bene: in sostanza,,, aprendo il cilindro.


Nelle immagini del filmato potete vedere l'efficacia di questa manovra applicata ad un cilindro comunemente considerato di sicurezza. Si tratta di un cilindro di discreta fattura e di qualità tutto sommato buona, non stiamo parlando di un battolino da pochi soldi, ma comunque di un prodotto piuttosto datato e non proprio di eccellenza. In Particolare, il cilindro del filmato, manca di qualsiasi accorgimento atto ad ostacolare il bumping.



Lo scopo ultimo di questa breve esposizione non è certo quello di allarmare inutilmente, ma piuttosto di informare del fatto che, esistono cilindri per i quali sono del tutto inutili e inefficaci le manovre di bumping (link), come ne esistono alcuni certificati resistenti al bumping (link). Sostituire il vecchio cilindro della propria serratura con uno certificato, resistente, o del tutto indifferente a questa manovra criminale non è ne troppo complicato né eccessivamente costoso e può mettervi al riparo da sgradevoli sorprese.



Come spesso accade nei servizi giornalistici che parlano di serrature e tecniche di violazione delle stesse si sentono dire parecchie inesattezze e addirittura qualche assurdità. Anche questo filmato, andato in onda su tutti i TG nazionali, non fa eccezione. Ricordiamo che a parlare è un esponente dell'Arma dei Carabinieri, che è un esperto di crimine, sì, ma non di serrature. Ritengo sia importante però che in qualche modo queste notizie vengano divulgate piuttosto che taciute e auspico soprattutto che possano essere seguite da opportuni approfondimenti. Senza chiarimenti e spiegazioni corrette, infatti, il cittadino rischia soltanto di trovarsi disorientato davanti al fenomeno e magari indotto a fare scelte inutili, se non sbagliate.
Fra le tante che un esperto potrebbe dare ho scelto questa (link), che ho scritto poco tempo fa, e che trovo abbastanza semplice e comprensibile.



logo boschi serrature blu-2015
347 3482141
 
 
Davide Boschi
Serraturiere in Parma e Piacenza
Figura professioale UNI 11557
Serraturieri e tecnici di casseforti
Qualificato e certificato ICIM - TSC 009157 - 00
ACCREDIA  PNR N°082C
Ex tessera ERSI N° 169
 
 
 
 
 

Questo utilizza Cookie. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Informativa Cookie.